Se sosteniamo l'importanza delle parole, crediamo che anche le immagini siano rilevanti per sensibilizzare i tuoi dipendenti su un argomento strategico relativo alla tua organizzazione. Ecco perché oggi condividiamo l'infografica pubblicata dallo  studio Blackthorns  , che illustra i nostri 10 comandamenti da rispettare quando si scrivono contenuti SEO.

Ispirato dal nostro white paper "  Come produrre, ottimizzare, misurare i contenuti GoogleFriendly?" », scopri nell'immagine la bibbia degli esperti SEO. Guida i tuoi collaboratori nella produzione di contenuti web ad alte prestazioni il cui obiettivo finale è aumentare la referenziazione naturale del tuo sito e il tasso di conversione delle tue azioni di Content Marketing!

1. Una parola chiave principale per contenuto che sceglierai

Per posizionare il contenuto testuale su una query, devi scegliere attentamente  la tua parola chiave principale . Per fare la scelta giusta è fondamentale studiare i propri target così come la SERP mirata. Naturalmente, tenere conto dei diversi tipi di richieste è di fondamentale importanza!

2. Il tuo titolo e il tuo slogan di cui ti occuperai

Questi due elementi sono i primi letti dal tuo visitatore. La loro qualità e originalità saranno determinanti per il resto della lettura. Se sono abbastanza convincenti, il tuo lettore continuerà a leggere felicemente.

3. A 5 W risponderai

Testata e approvata, questa regola detta i principi fondamentali delle strategie di contenuto. Ti consente di assicurarti di soddisfare le aspettative dei lettori in modo sintetico: Chi / Cosa / Dove / Quando / Perché = Qui / Quoi / Dove / Quando / Perché. Per avere tutte le possibilità di funzionare, il tuo contenuto finale deve rispondere a queste 5 domande.

4. Rispetterai la struttura della piramide rovesciata

Grazie alla tecnica della piramide rovesciata, che si aggiunge ai 5 W e la cui efficacia è scientificamente provata, migliori il tasso di memorizzazione dell'argomento principale dei tuoi contenuti. Infatti, l'attenzione del lettore diminuisce man mano che procede nella lettura dell'articolo. Questo metodo, quindi, consiste nel porre informazioni importanti all'inizio del testo in modo che non passino inosservate e tengano il lettore col fiato sospeso fino alla fine.

5. Inserite almeno una CTA

Per generare conversioni, niente è più efficace dei pulsanti CTA posizionati in punti strategici dei tuoi contenuti. Varia le forme, i colori e i testi. L'idea è di posizionare CTA coerenti con i tuoi contenuti. A seconda dell'argomento, possono riguardare una richiesta di informazioni aggiuntive, un preventivo, il download di una brochure commerciale, una promozione imperdibile, l'acquisto o l'aggiunta di un prodotto al carrello, ecc.

6. Contenuti più lunghi dei concorrenti che scriverai

Scrivere per il gusto di scrivere è inutile. Ma a fronte di una concorrenza sempre maggiore e di una quantità astronomica di contenuti presenti sul web – e per estensione su Google –  offrire un testo più lungo di quelli dei concorrenti  permette di distinguersi, in particolare seducendo Hummingbird. Inoltre, più ricco è il contenuto, più ampio è il funzionamento dell'universo semantico.

7. Tag Hn che utilizzerai

Oltre ad essere indiscutibilmente una buona pratica SEO,   il rispetto del markup Hn consente di dare priorità logica ai contenuti. Sia il robot di Google che l'utente possono orientarsi più facilmente. Quanto a te, h1, h2 e h3 hanno lo scopo di accogliere le parole chiave principali, il che aiuta i tuoi contenuti a posizionarsi bene.

8. Illustrazioni e immagini che aggiungerai

Al fine di migliorare l'esperienza utente, l'aggiunta di elementi visivi, foto, infografiche, diagrammi e illustrazioni rende la lettura più piacevole. Arrivare su una pagina che ha solo grandi blocchi ti fa venire voglia di continuare a leggere. Inoltre, lavorare sui tag dei file immagine ti consente anche di arricchire il tuo SEO. Perché privarsene?

9. La maglia interna penserai

Da questo concetto SEO deriva in particolare quello di silos semantici che permette di costruire la struttura di un sito in base ai vari temi che vi vengono affrontati. Il collegamento va da un semplice riepilogo in un contenuto di lunga lettura, che consente l'accesso alle informazioni situate di seguito, alla completa strategia di collegamento interno. Per collegare tra loro i tuoi diversi contenuti (pagine, articoli, schede prodotto, ecc.), devi utilizzare il collegamento interno. Un buon utilizzo di questa tecnica di linking permette anche di indicare a Google dei sinonimi in modo da ampliare il proprio campo semantico. Ma anche per facilitarne la navigazione attraverso il tuo sito comprendendone i collegamenti logici.

10. Contenuto UX che privilegierai

Pensa alla "UX", sia nel modo in cui scrivi che nella presentazione visiva dei tuoi contenuti. Se UX Design è da tempo al centro dell'attenzione, ora stiamo parlando di UX Writing o UX Content. La questione dell'esperienza di navigazione è ovunque e Google le sta dando sempre più importanza. Trovare le risposte attese nei contenuti  è positivo. Ma trovarci molto di più di quello che avevamo inizialmente sperato è ancora meglio!

Se desideri approfondire le tue conoscenze sull'argomento ed evangelizzare internamente sull'importanza oggi di scrivere contenuti SEO di qualità, con un obiettivo di ROI, compila il nostro modulo sottostante per scaricare il nostro white paper dedicato "Come produrre, ottimizzare, misurare  GoogleFriendly contenuto?  ”.


Post a Comment